English Français Spanish German Russian Chinese Japanese
  • Villa Ruggiero

  • Via Alessandro Rossi, 42, Ercolano, NA, Italia

  • 081 7322134

Villa Ruggiero

La villa fu costruita dal barone Enrico Petti nella seconda metà del 1700 e si ha notizia certa che, dal 1863, divenne proprietà dei Ruggiero fino al 1985 quando fu acquistata e restaurata dall'Ente per le Ville Vesuviane. L'Edificio, a ridosso della strada borbonica, la via regia delle Calabrie, è di piccole dimensioni e si articola con un corpo di fabbrica che si sviluppa su tre livelli; due brevi ali laterali racchiudono il cortile ellittico circondato da una profonda esedra. Nella elegante composizione della facciata dominano ornati in stucco con timpani che incorniciano i balconi e le finestre dei primi due livelli ed il portale in piperno e marmo bianco, con arco a tutto sesto, su piedritti a bugne lisce con capitelli ionici. L'atrio è formato da tre vestiboli di cui quello centrale a pianta esagonale con pareti curve e sedili in marmo, coperto da una volta ad otto spicchi che preannuncia l'esedra. La facciata posteriore è tipicamente rococò; una serliana sostiene la terrazza del piano nobile la cui balaustra alterna ringhiere panciute a piedritti in piperno che sostengono i busti in terracotta; i balconi sono incorniciati da cartigli e volute in stucco e su quello centrale vi è la nicchia con il busto di S. Gennaro anch'esso in terracotta, rivolto simbolicamente verso il Vesuvio.
Gli ambienti del piano nobile presentano eleganti affreschi di vario soggetto ed in particolare quelli della galleria hanno un ricco apparato decorativo dove tra tralci di vite e fiori che rispecchiano i colori della natura circostante, si alternano variopinti vasi di fiori e frutta con particolare riferimento alle quattro stagioni e ovali di gusto pompeiano. Dal cortile si accede alle antiche scuderie dove sono visibili tutti gli elementi in piperno ancora ben conservati come gli abbeveratoi e la mangiatoia. Si giunge infine al giardino, arricchito con elementi decorativi di pietra vesuviana, con la tipica nicchia sul fondo del viale, limite prospettico della visuale d'insieme, con pergolati di fiori e con le antiche essenze arboree che ombreggiano le aiuole con i fiori. Al primo livello è oggi ubicata la Biblioteca comunale " G. Buonajuto"che contiene più di 20.000 volumi, molti dei quali sulla storia locale.

Sono visitabili l'androne d'accesso ed il giardino. Per visite all'interno. contattare l'Ente Ville Vesuviane

Questo punto di interesse è incluso nei seguenti itinerari

    Le Ville Vesuviane de "Il Miglio d'Oro"

  • Tappe

    6 Tappe
  • Tempo stimato

    1h

Tocca qui Per la tua pubblicità
su questo totem interattivo,
contattaci a
claudia.villani@arsdigitalia.it