English Français Spanish German Russian Chinese Japanese
  • EGITTO AL MANN - Collezione Borgia

EGITTO AL MANN - Collezione Borgia

1770 – 1780 I viaggiatori del Grand Tour rendono famose le scoperte dal Tempio di Iside e il Museo Borgiano di Velletri.

1797 G. Zoega in De orig. et usu obelisco rum così descrive il monumento di Imeneminet : Ara di granito avvisa essere una dedicazione di un egiziano fatta à dei infernali, in memoria de' parenti, o degli amici. Fu scavato nel Cairo e poi passato al Museo Borgiano.

1815 Dopo il decennio francese, Ferdinando IV conferma l’acquisto della preziosa collezione Borgia, che comprende più di 600 oggetti, e l’allora direttore del Museo, Michele Arditi li espone come sezione distinta nel cosiddetto “Portico delle cose egizie” (1821).

1825 J.F. Champollion visita il Museo Borbonico per verificare l’esattezza della sua decodifica del sistema geroglifico.

1835 L’incisione di R. Morghen nel Musée Royal Bourbon, di A. Morelli illustra il “Portico” mostrando la posizione degli oggetti più importanti lungo l’asse centrale: il monumento di Imeneminet, il frammento di sarcofago di Pairkap, l’obelisco di Palestrina, la statua di Isde dall’Iseo pompeiano e il Serapide da Pozzuoli.

Tocca qui Per la tua pubblicità
su questo totem interattivo,
contattaci a
claudia.villani@arsdigitalia.it